Porta blindata: metodi per aprirla

| |

Vi è mai capitato di uscire di casa e chiudere la porta blindata senza rendervi conto di avere dimenticato dentro le chiavi? Oppure di perderle e non avere con sé quelle di scorta? Sono cose che almeno una volta nella vita sono capitate un pò a tutti, soprattutto ai più smemorati. Per questo motivo qui di seguito analizzeremo vari metodi da potere utilizzare per aprire una porta blindata. Siete curiosi?

Continuate a leggere e scoprite quale metodo utilizzano i tecnici di prontointerventofabbroaroma.it, servizio presente a Roma specializzato nel pronto intervento fabbro.

Com’è fatta una porta blindata

Bene! Iniziamo con descrivere brevemente come è fatta una porta blindata. Generalmente è formata da un controtelaio, dal telaio, dalla scocca e dai rivestimenti:

  • La scocca è l’elemento composto dalla serratura, dai rostri, dai cilindri e dalle cerniere.
  • I cilindri possono essere installati in una sola direzione, denominati a funzione di emergenza, che ci permettono di aprire la porta anche se le chiavi sono inserite oppure possono avere la chiave reversibile bidirezionale che, a differenza delle prime, possono essere installati in entrambe le direzioni.

Come aprire una porta blindata chiusa senza mandate

Se la porta blindata non è chiusa a chiave e quindi non è inserita all’interno è possibile utilizzare una semplice carta di credito oppure utilizzando il trapano assieme ad un cacciavite:

  • Carta di credito o scheda telefonica: in questo caso sarà sufficiente posizionare la carta nella fessura tra il telaio e la serratura ed inclinarla in entrambi i lati e contemporaneamente dare uno strattone alla porta.
  • Trapano e cacciavite: questo metodo è più rumoroso e può rovinare la porta. Consiste nel fare un buco con il trapano sopra la parte della fessura dove si inserisce la chiave profondo almeno un pollice. Successivamente, sopra a questo buco se ne deve fare un altro profondo due pollici. A questo punto con l’uso di un semplice cacciavite a punta piatta sarà sufficiente entrare nel foro della chiave e girare finché la serratura non scatta.

Come aprire una porta blindata chiusa con mandate

Se la porta blindata che dobbiamo aprire è stata chiusa a chiave o all’interno della fessura vi è presente la chiave è possibile aprirla utilizzando un fil di ferro, il trucco della bottiglia o la chiave ad urto.

  • Fil di ferro: questo metodo funziona solamente se le chiavi sono inserite nella porta. Oltre al fil di ferro si deve avere a disposizione un foglietto da mettere sotto la porta al livello della serratura. Una volta posizionato quest’ultimo si prende il fil di ferro e lo si fa entrare nel foro della serratura. Una volta inserito basterà spingere la chiave fino a farla uscire e cadere sopra il foglio stesso in modo che la serratura scatti.
  • Trucco della bottiglia: in questo caso si deve avere a disposizione una bottiglia di plastica vuota e una forbice. Si deve tagliare una striscia di plastica per poterla inserire nella fessura della serratura finché non troviamo il passante che farà scattare l’apertura della porta stessa.
  • Chiave ad urto: per utilizzare questo metodo si deve avere a disposizione la cosiddetta chiave ad urto, ovvero un apposita chiave sagomata che una volta che viene inserita nella fessura basterà spingerla con un martello per farla scattare. Ecco come realizzarne una!

Se non riesci ad aprire la porta blindata con questi metodi o vuoi affidarti a delle mani esperte ti consigliamo di contattare i Vigili del Fuoco o di rivolgersi al proprio fabbro di fiducia.

Precedente

Come ravvivare la vita di coppia

Regali di natale per lui? 10 idee per il tuo fidanzato

Successivo

Lascia un commento